Connect with us

Padel Inside

RedBull lancia la prima liga digitale su Playtomic

La prima competizione digitale dove vince chi gioca di più!

RedBull padel maniacs league

Siamo abituati a vedere Brand di rilevanza internazionale che abbracciano il Mondo del Padel; automotive con CUPRA BMW e Mini – Puma e Adidas con la propria linea verticale di racchette e Apparel – Estrella Damm che per anni ha promosso il World Padel Tour (ora acquisito da Premier Padel, ndr) – NTT Data e Hitachi in ambito tecnologico – Powerade del gruppo The Coca Cola Company solo per citarne alcuni tra i più famosi.

Ma la scelta di RedBull è in pieno stile della bevanda energetica più famosa sul mercato; per la prima volta al Mondo è stata creata una competizione totalmente digitale, in partnership con Playtomic dove i giocatori possono guadagnare punti semplicemente giocando a padel.

RedBull sta cercando il maniaco del Padel, è così che si chiama l’iniziativa: padelmaniacsleague.com e la meccanica è semplicissima: basta registrarsi tramite il sito dedicato con la stessa email che il giocatore utilizza su Playtomic, giocare partite utilizzando l’APP e scalare il Ranking mensile.

Per i vincitori ci sono dei premi davvero interessanti, ogni mese, in base alla sfida prevista, Babolat mette in palio racchette top di gamma e abbigliamento tecnico; inoltre alla fine della competizione (novembre 2024) il giocatore/giocatrice più maniaco d’Italia avrà diritto a vivere un Weekend da sogno a Barcellona in occasione del Master Finale del Premier Padel totalmente ospite di RedBull e Playtomic con il proprio accompagnatore; inoltre riceverà tutto il kit Lebron di Babolat.

Questa competizione digitale, oltre a rappresentare una notevole iniziativa per gli appassionati di padel apre la strada a una forma tutta nuova di sponsorizzare lo sport non solo per il concetto che c’è dietro non legato alla vittoria (vince chi gioca di più a prescindere dal risultato della partita) ma anche per la modalità, totalmente digitale, che abbatte le barriere geografiche e permette una diffusione capillare, esattamente come è avvenuto per il Padel.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PADELWEEKLY

Da Leggere

More in Padel Inside