Connect with us

Padel Inside

Quanto costa una squadra di padel in serie A?

Iscrizioni, trasferte, stipendi per staff e giocatori, gettoni di presenza per i big: mano al portafogli

Molti circoli che si avvicinano al padel e molti giocatori amatoriali si chiedono quanto costi affrontare un campionato di padel nella massima categoria italiana: la serie A organizzata dalle FIT.

Per determinare i costi di una stagione in serie A, per un circolo, abbiamo provato a fare delle stime basandoci su alcuni costi oggettivi e inevitabili e alcuni ipotetici.

Quota di iscrizione della squadra: una associazione sportiva iscritta alla FIT che vuole iscrivere una squadra al campionato di Serie A deve pagare una quota di iscrizione che per l’anno 2020 era di 600 euro.

Costi di trasferta: il campionato di serie A è di rilevanza nazionale e quindi le squadra che lo compongono sono in tutta Italia (anche se in realtà per ora a, parte qualche eccezione sono tutte concentrate su Roma e dintorni); un circolo che intende dunque affrontare il massimo campionato dovrà inevitabilmente gestire i costi di trasferta che possono essere più o meno elevati in base all’ubicazione della squadra da sfidare.

La FIT prevede una tabella dei rimborsi dei costi di trasferta che spesso è decisamente più bassa dei costi realmente sostenuti. Abbiamo stimato che per affrontare una stagione i costi di trasferta per la squadra ammontano a circa 5.000 euro

Allenatore e Allenamenti: Una squadra che compete in serie A è fatta di tutti atleti agonisti che inevitabilmente devono allenarsi e devono avere uno staff tecnico che li segua nell’anno; oltre al costo di allenatore, fisio e preparatore atletico, gli allenamenti sono comunque ore di mancato incasso per il circolo. Abbiamo stimato costi per lo staff tecnico di almeno 3.000 euro a stagione e non abbiamo conteggiato il mancato incasso dei campi adibiti ad allenamento della squadra.

Stipendi: i giocatori che compongono la squadra di Serie A sono tutti dei professionisti, in quanto tali di solito percepiscono se non un vero stipendio un compenso per la partecipazione; considerato che il numero minimo di giocatori per formare la squadra, secondo il regolamento 2020 è di 8 e il massimo è di 16 abbiamo ipotizzato almeno 4.000 euro da destinare ai componenti della squadra a titolo di stipendio o di prestazione.

Campioni WPT: spesso le squadre di Serie A ingaggiano giocatori del circuito del WPT per rafforzare il loro organico, dare lustro al circolo e competere ai massimi livelli; spesso nell’accordo con questi campioni viene stabilito un “gettone” di presenza che prevede transfer e partita giocata. Abbiamo ipotizzato un budget di 20.000 euro da assegnare ai campioni che arricchiscono la squadra.

Varie ed eventuali: quando si affronta una competizione ci sono sempre una serie di spese “varie ed eventuali” da tenere in considerazione, dai costi delle palline, alle divise ai costi di segreteria per i tesseramenti e la gestione del campionato. Abbiamo ipotizzato un costo di 2.000 euro per la stagione.

Alla fine dell’analisi dunque organizzare una Squadra che compete nel campionato di serie A costa ad un circolo 35.000 euro circa, come potete leggere alcuni costi sono obbligatori e inevitabilmente da affrontare, altri possono essere gestisti, alcuni invece come gli ingaggi dipendono da circolo a circolo; abbiamo alcuni club come il caso dell’Aniene che hanno indicatori di spesa decisamente più elevati, altri che invece riescono a limitare e mitigare il budget.

Come sempre a fronte di un investimento c’è sempre un possibile guadagno che analizzeremo, a breve, in “quanto si guadagna con una squadra di serie A“.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PADELWEEKLY

Da Leggere

More in Padel Inside